Crea sito

testimonianze

Storia di Jacqui Dillon

  TESTIMONIANZA DI JACQUI DILLON, PRESIDENTE DELLA RETE INGLESE DEGLI UDITORI DI VOCI (INTERVENTO AL 1° CONGRESSO MONDIALE DI MAASTRICHT (17-18 SETTEMBRE 2009) - traduzione di Angelo Arecco - TESTO SCARICABILE dal sito www.parlaconlevoci.it - C’era una volta una bambina, una bambina qualunque, che come tutti I bambini nacque con tutti i bisogni umani primari: il bisogno di essere nutrita, tenuta al caldo e al sicuro. Come tutti I bambini, aveva bisogno d’amore ed...

Leggi tutto

Angels & Demons

di Angelo Arecco     Avevo già espresso a maggio di quest’anno la mia profonda rabbia e frustrazione, anche con accenti molto forti e sanguigni ma sinceri, per essere stato visto da uno dei miei operatori solo attraverso i miei lati più oscuri, negativi e peggiori del mio stato d’animo di allora. Una sorta di specchio deformante che mi rifletteva solo il mio lato nero. Questa persona (ora mi appare finalmente chiaro che l’uso di tale termine...

Leggi tutto

Buongiorno mi chiamo LSF e sono borderline

26 aprile 2006 alkmaar (de nederlands) un anno e mezzo di Terapia Dialettico Comportamentale (DBT) per osservare e studiare su me stessa cos'è il Disordine di personalità Borderline(BPD). Ho pazientemente e meticolosamente, all’olandese,cercato di capirne le perdite di controllo, di identità e di senso che ne costituiscono il nucleo e ne causano la sofferenza. Ed eccomi ancora qui, più cosciente eppure ancora così fragile! 13 giugno 2009 s.stefano...

Leggi tutto

Testimonianza

Di recente ho avuto una crisi e sono stato ricoverato in SPDC. Durante gli ultimi giorni del ricovero, sono stato testimone di un episodio esemplare del vero volto della psichiatria, quello che per molti e molte di voi non sarà una novità, visto che quello che andrò ad esporre è tutto sommato "normale" e "secondo la prassi". Un ragazzo, il giorno della sua dimissione, nonostante non si sentisse ancora pronto e dopo aver detto questo al medico che...

Leggi tutto

Cronache di una strana pasquetta

Oggi ho trascorso una giornata vuota. Questa mattina a casa della mia compagna ho scritto poco mentre lei cucinava un dolce alle nocciole per la sorella, dalla finestra filtrava un bel sole caldo, nel parco al di là del canale pochi bambini e una ragazza che faceva footing attorno con l'ipod nelle orecchie. Ho smesso di scrivere, mentre lei infornava il dolce e un piccolo dolcetto per me, e ho aperto il romanzo di Shirley Jackson che da qualche giorno è mia abitudine aprire,...

Leggi tutto